movie Header

NEGLI OCCHI

Comunicato Stampa
Negli occhi in concorso, nella sezione Controcampo Italiano, alla 66. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia si è aggiudicato una Menzione Speciale della Giuria.

Giovanna Mezzogiorno co-produttrice e voce narrante del film-documentario Negli occhi, un viaggio nella vita e nella carriera del padre Vittorio Mezzogiorno scomparso prematuramente nel 1994, diretto da Daniele Anzellotti e Francesco Del Grosso, con le musiche originali di Pino Daniele e prodotto dalla Vega’s Project e distribuito da 01 Distribution - Home Video.

Un racconto vissuto attraverso la voce di sua figlia Giovanna e le testimonianze di chi lo ha conosciuto. Accanto alla sua testimonianza, tra le altre, quella di sua madre Cecilia Sacchi, Francesco Rosi, che diresse Vittorio in «Tre fratelli», Peter Brook, che lo volle nel «Mahabharata», Marco Bellocchio, Giuliano Montaldo, Mario Martone, Michele Placido, Carlo Lizzani, Gianni Minà, Marco Tullio Giordana.
Il lavoro è durato quasi un anno, le riprese si sono svolte prevalentemente a Napoli, Parigi e Roma.

Dopo l'anteprima mondiale alla 66esima Mostra Internazionale D'Arte Cinematografica di Venezia, dove il documentario si è aggiudicato la Menzione Speciale della Giuria di Controcampo Italiano e il Biographfilm Award per il mioglior documentario biografico, ha partecipato a più di quaranta festival in Italia e in Europa. Tra i vari riconoscimenti ottenuti il Nastro D'Argento per il miglior documentario sul cinema, il Globo D'Oro Speciale, il Capri Documentary Award e una nomination al Premio Doc/it per il miglior documentario dell'anno.


Scheda Tecnica
documentario – Italia 2009 - HD/DCP
durata: 75’ - Colore – 16/9 – Dolbi Digital Surround

regia:Daniele Anzellotti e Francesco Del Grosso   http://francescodelgrosso.blogspot.com/
da un’idea di Francesco Del Grosso e Daniele Anzellotti
musiche originali: Pino Daniele
suono, montaggio del suono: Daniele Guarnera
mix, sound consulting: Gaetano Musso
fotografia: Daniele Anzellotti
operatori: Daniele Anzellotti, Francesco Del Grosso, Giuseppe Silipo, Salvatore Allocca
macchinista: Claudio Romani
montaggio: Daniele Anzellotti, Francesco Del Grosso
aiuto regia: Salvatore Allocca
scenografia: Marco Furbatto, Benedetta Polacchini
prodotto da Salvatore Allocca, Daniele Anzellotti e Giovanna Mezzogiorno
una produzione: Vega’s Project srl 
con il sostegno di: Jaeger-LeCoultre
post- produzione video: Vega’s Project, Video Master, Laser Film
post-produzione audio: Audio Foto System
distribuzione: 01 Distribution Home Video

Iinterviste a:
Vittorio Mezzogiorno, Giovanna Mezzogiorno, Peter Brook, Cecilia Sacchi, Carlo Lizzani, Marco Bellocchio, Mario Martone, Giuliano Montaldo, Francesco Rosi, Luca Costa, Marco Tullio Giordana, Giulio Baffi, Salvatore Maira, Gianni Minà, Tatti Sanguineti, Mario Caiano, Luigi Perelli, Michele Placido, Andrzej Seweryn, Rocco Papaleo, Anna Redi, Dino Gentili, Italo Cardarelli, Hélène Patarot, Mireille Maalouf, Salvatore Barra, Pasquale De Martini, Oscar Mezzogiorno, Genina Mezzogiorno, Maria Pia Mezzogiorno, Giuseppina Mezzogiorno, Lia Mezzogiorno

Vittorio Mezzogiorno a proposito di Pino Daniele
(tratto da un’intervista del 1990)
“Penso che Pino Daniele sia un artista importante per la cultura napoletana almeno quanto lo è stato Eduardo De Filippo. Ha dato modernità alla musica partenopea facendola vivere in un modo privo di convenzione, di sentimentalismo: Napoli oggi vive musicalmente perché esiste Pino e su questo non ho dubbi. È stato lui l’inventore di quell’incredibile, vitalissima e contagiosa ibridazione fra la tradizione popolare, il blues e le più festose e scintillanti musiche latine. Certo c’è anche Edoardo Bennato, ma lui già si colloca fuori dalla dimensione napoletana. In Pino, invece, vive proprio la tradizione: quando suona e quando canta lui è solo napoletano. Per questo mi sento di consigliare Mascalzone latino, che è il suo ultimo album; ma anche: N’ata domenica è passata e Statte zitto Jingle.”

Sinossi
Un viaggio alla scoperta della vita e della carriera di Vittorio Mezzogiorno, uno degli attori più importanti del teatro e del cinema italiano degli ultimi trent’anni. Un racconto vissuto attraverso la voce di sua figlia Giovanna e le testimonianze di chi lo ha conosciuto. Aneddoti, foto, immagini di repertorio e le musiche originali di Pino Daniele per un ritratto intenso ed emozionante dedicato ad un artista del nostro tempo, ma soprattutto la storia di un uomo, di un marito, di un padre e di un amico.

Note di regia
Negli occhi vuole essere un ritratto non convenzionale di uno degli attori più importanti del cinema italiano degli ultimi trent’anni, che ha fatto dell’Arte della recitazione la sua scelta di vita. Un artista raccontato attraverso un flusso ininterrotto di parole, immagini e istantanee di vita vissuta tra un set e l’altro. Un collage di filmati di repertorio, foto e interviste inedite e non ad amici, familiari e colleghi che lo hanno conosciuto e che hanno avuto la possibilità di lavorare con lui. Il tutto accompagnato dalla voce di Giovanna Mezzogiorno, che racconta e si racconta: la sua carriera, la sua infanzia, il rapporto con il padre, l’amore per la recitazione e per il cinema, i momenti più belli e le prime difficoltà. Un documentario che mette da parte la solita intervista faccia a faccia a favore di una vera e propria chiacchierata senza sosta.
Un diario personalissimo nel quale l’attrice ricorda e ripercorre passo per passo le esperienze teatrali del padre con maestri come Peter Brook o Eduardo De Filippo, e quelle cinematografiche che lo hanno visto interprete di una ventina di pellicole dal 1973 al 1992: da Tre fratelli di Francesco Rosi a Grido di pietra di Werner Herzog, da La condanna di Marco Bellocchio a L’homme blessé di Patrice Chereau, da Il giocattolo di Giuliano Montaldo a Golem - Lo spirito dell'esilio di Amos Gitai, da Milano violenta di Mario Caiano a Speed Cross di Stelvio Massi;  senza dimenticare naturalmente la partecipazione a numerose serie televisive di successo come La Piovra.
Daniele Anzellotti & Francesco Del Grosso (Registi)
 
Note di produzione
Realizzato con lo sforzo congiunto di una piccola casa di produzione romana, la Vega’s Project, e da Giovanna Mezzogiorno, Negli occhi è stato prodotto in piena indipendenza con un coinvolgimento totale dei realizzatori in tutte le fasi creative e produttive del progetto, dalla pre-produzione al montaggio, passando per la scelta delle musiche che vanno a comporre la colonna sonora. Il lavoro per il documentario è durato più di un anno e le riprese si sono svolte prevalentemente a Roma, Napoli e Parigi.    
Il documentario è un omaggio sincero e dovuto a Vittorio Mezzogiorno, un grande attore, ma soprattutto un uomo, un marito e un padre che in pochi hanno conosciuto veramente, proprio come gli autori di questo documentario, due giovani registi che durante la loro formazione hanno potuto solamente apprezzare, attraverso la visione dei film da lui interpretati, le sue indubbie e straordinarie qualità artistiche. È proprio la scoperta di una personalità complessa come quella di Vittorio Mezzogiorno il punto focale dell’intera operazione, un’operazione libera da qualsiasi schema pre-costituito e mossa dal desiderio personale di conoscerlo e farlo conoscere al pubblico attraverso i ricordi della figlia, dei parenti, degli amici e dei colleghi, dai quali riemergono aneddoti legati a Vittorio, dalla sua nascita fino alla scomparsa avvenuta il 7 gennaio del 1994 all’età di cinquantadue anni. Testimonianze che consegnano allo spettatore un Vittorio inedito, quello più intimo: la sua passione per la boxe, le moto e i cani, l’attaccamento alla sua terra e alle origini partenopee, l’amore per la moglie Cecilia e per la sua famiglia.
Negli occhi non è solo un documentario sulla figura e la carriera di Vittorio, ma anche un piccolo e intenso racconto di un’epopea, quella della famiglia Mezzogiorno, una storia un po’ speciale, dalle strane e oscure origini al successo di alcuni suoi componenti, a partire dallo stesso Vittorio passando per suo fratello Enzo Mezzogiorno, divenuto una personalità in campo medico e scientifico ed infine Rettore dell’Istituto di Anatomia dell’Università di Napoli. Una storia rivissuta attraverso  incursioni e conversazioni private riprese dall’occhio indiscreto di una videocamera, in un tour nei luoghi che hanno segnato lui e la storia della sua famiglia. Un viaggio in compagnia di sua figlia Giovanna segnato da diverse tappe che hanno portato l’attrice, i registi e la troupe, nei luoghi e nelle città italiane e straniere che hanno fatto da cornice alla vita e alla carriera cinematografica e teatrale di Vittorio Mezzogiorno, ma anche alla piccola grande storia della sua famiglia: da Napoli a Milano, dove è morto e dove tuttora vive sua moglie, da Latina a Roma passando per Parigi dove ha lavorato nel teatro di Peter Brook, Les Bouffes du Nord. Il risultato è un intersecarsi continuo e inarrestabile di materiali di repertorio, come le preziosissime e inedite immagini del Mahabharata provenienti dagli archivi del celebre teatro parigino, oltre a video privati amatoriali appartenenti alla famiglia Mezzogiorno, foto e interviste inedite che finiscono col mescolarsi con le riprese realizzate appositamente per il documentario. Il tutto compone un ritratto di un attore del nostro tempo, un artista di straordinaria bravura e intensità, ma soprattutto un racconto per immagini e parole, accompagnato dalle note della colonna sonora originale di Pino Daniele, del rapporto tra un padre e una figlia e di una passione comune: la recitazione.  

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

THROUGH THE EYES
(NEGLI OCCHI)

Documentary – Italy 2009 – HD/DCP
Duration: 75’ – color – 16/9 - Dolby Digital Surround

Cast and crew 
direction: Daniele Anzellotti, Francesco Del Grosso   http://francescodelgrosso.blogspot.com/
subject: Francesco Del Grosso, Daniele Anzellotti
original soundtrack by: Pino Daniele
sound and sound editing: Daniele Guarnera
mix and sound consulting: Gaetano Musso
photography: Daniele Anzellotti
cameramen: Daniele Anzellotti, Francesco Del Grosso, Giuseppe Silipo,Salvatore Allocca
grip: Claudio Romani
editing: Daniele Anzellotti, Francesco Del Grosso
assistant director: Salvatore Allocca
set design: Marco Furbatto, Benedetta Polacchini
produced by: Salvatore Allocca, Daniele Anzellotti and Giovanna Mezzogiorno
production company: Vega’s Project Ltd.
with the support of: Jaeger-leCoultre
post-production video: Vega’s Project Ltd, Video Master, Laser Film
post-production sound: Audio Foto System

Interviews with:
Vittorio Mezzogiorno, Giovanna Mezzogiorno, Peter Brook, Cecilia Sacchi, Carlo Lizzani, Marco Bellocchio, Mario Martone, Giuliano Montaldo, Francesco Rosi, Luca Costa, Marco Tullio Giordana, Giulio Baffi, Salvatore Maira, Gianni Minà, Tatti Sanguineti, Mario Caiano, Luigi Perelli, Michele Placido, Andrzej Seweryn, Rocco Papaleo, Anna Redi, Dino Gentili, Italo Cardarelli, Hèlène Patarot, Mireille Maalouf, Salvatore Barra, Pasquale De Martini, Oscar Mezzogiorno, Genina Mezzogiorno, Maria Pia Mezzogiorno, Giuseppina Mezzogiorno, Lia Mezzogiorno

 

Synopsis
A journey towards the discovery of the life and career of Vittorio Mezzogiorno, one of the most important actors of Italian theatre and cinema in the last thirty years. The story of his life as narrated by his daughter Giovanna and first hand accounts of all those who knew him. Anecdotes, photographs, clips from film archives and the original music score of Pino Daniele all of which combine to render an intense and emotional portrait of this artist of our times, but above all, the story of a man, a husband, a father and a friend.

Director's notes
Through the Eyes (Negli occhi) aims at creating a portrait – not a conventional one – of one of the most important actors of Italian cinema of the last thirty years, a man who has made Acting his purpose in life. An artist as recounted through an uninterrupted flow of words, images and snapshots of a life lived between one set and another. A collage of film clips from his repertoire, photographs and interviews (both published and unpublished) with friends, family members and colleagues who knew him and had the opportunity to work with him. The whole story is narrated by Giovanna who recounts herself while narrating her father’s story: her career, her childhood, her relationship with her father, her love for acting and for Cinema, the best moments and the first difficulties in their relationship. A documentary which puts aside the usual format of a face to face interview in favour of a genuine and informal conversation without a pause.
A very personal diary in which the actress Giovanna remembers and retraces – step by step, moment after moment – the experiences of her father in theatre with masters like Peter Brook (The Mahabharata) or Eduardo De Filippo, and in cinema where he has played in about twenty films from 1973 to 1992: from Tre fratelli (Three Brothers) by Francesco Rosi and Cerro Torre Scream of Stone by Werner Herzog, from La condanna (The Conviction) by Marco Bellocchio and L’homme blessé by Patrice Chereau, from Il giocattolo by Giuliano Montaldo and Golem, l'esprit de l'exil by Amos Gitai; from Milano violenta (Bloody Payroll) by Mario Caiano and Speed Cross by Stelvio Massi; not forgetting of course his participation in numerous television serials of success like La Piovra (The Octopus 5 -6).
Daniele Anzellotti and Francesco Del Grosso (The directors)


Production notes
Accomplished through the joint efforts of a small production company in Rome, Vega’s Project, and by Giovanna Mezzogiorno, Through the Eyes (Negli occhi) has been produced by entirely independent means with the total involvement and dedication of all the collaborators in all the creative and productive stages of the project, from the pre-production phase to the post-productive editing, and choosing the music which accompanies the entire soundtrack. Work on this documentary lasted for more than a year and the shooting was done mostly in Rome, Naples and Paris. The documentary is a sincere and well-earned tribute to Vittorio Mezzogiorno, a great actor, but above all, a man, a husband and a father. Very few people really knew him well, precisely like the authors of this documentary - two young directors, who during their formation have been able to appreciate his undeniable and extraordinary artistic talents through the viewing of the films interpreted by him. It is really the discovery of a complex personality like Vittorio Mezzogiorno’s that is the focal point of the entire operation, a project unencumbered by any preconceived frames of reference, but moved by a personal desire to know the man and to make him known to the public, by means of the recollections of his daughter, relatives, friends and colleagues which reveal the man through anecdotes and stories from his birth up until his death which took place on the 7th of January 1994 at the age of fifty two years. Testimonials that reveal an unknown aspect of Vittorio, a more intimate one: his passion for boxing, motorcycles and dogs, his deep attachment to the land of his birth and his Neapolitan origins, his love for his wife Cecilia and for his family.
Through the Eyes is not only a documentary on the figure and career of Vittorio, but also a small but intense account of a saga - that of the Mezzogiorno family, a rather special story of some members of this family, who from obscure and humble origins reached pinnacles of success; starting from Vittorio himself and on to his brother Enzo Mezzogiorno who became a well-known personality in the medical and scientific fields, ending his career as Rector of the Institute of Anatomy in the University of Naples. A story relived through the indiscreet eye of a video-camera on a tour of the many places that have marked Vittorio’s life and that of his family. A journey in the company of his daughter Giovanna, marked by stopovers in the various cities in Italy and abroad, that have formed the framework for the life and career of Vittorio Mezzogiorno both in films and the theatre. This is also the story of a small but grand family: from Naples to Milan where he died and where his wife continues to reside. From Latina to Rome via Paris where he worked with Peter Brook in the theatre Bouffes du Nord.
The end result is a continuous and relentless criss-crossing of images from his repertoire including certain invaluable and inedited images of The Mahabharata found in the archives of the famous parisian theatre, apart from private amateur videos belonging to the Mezzogiorno family, photos and interviews that intermingle with the shots expressly taken for the documentary. The whole opera constitutes a portrait of an actor of our times, an artist of extraordinary talent and intensity, but above all, it is a tale told through words and images – accompanied throughout by the notes of the music composed by Pino Daniele – of the special relationship between a father and his daughter and the passion that bound them together – their love for acting.

Gallery

manifesto

NEGLI OCCHI

Categoria: movie
Anno di produzione: 2009
Durata: 73 min
Genere: Documentario
Data di uscita: 01 settembre 2009
Distribuzione: 01 Distribution

loading-gif