movie Header

A.A.A. ACHILLE

Sinossi

Lo scenario è la Puglia. Achille (Loris Pazienza) è un bambino, orfano di padre, afflitto da una balbuzie. Intorno ad Achille ruota una famiglia, piccolo borghese, che cerca come può di risolvere il problema linguistico del bambino, dotato di una grande intelligenza creativa, che si esprime nell’abilità manuale, nel costruire fantastici e bizzarri giocattoli. In famiglia ognuno propone un rimedio per la balbuzie di Achille. Chi vuole mandarlo dallo psicanalista; chi lo fa visitare da un otorinolaringoiatra; chi lo porta in chiesa per fare i gargarismi con l’acqua santa della fonte battesimale. Lo zio Ciro, medico e figura eminente della famiglia, propone la giusta soluzione: porta Achille a “Villa Agorà”, una clinica estiva, diretta dal dott. Aglieri (Paolo Bonacelli), un mezzo imbroglione che tuttavia ha fede nella sua scienza. Il metodo che usa e quello del canto-parlare; consiste nel far parlare i pazienti modulando la voce a mo’ di cantilena. Il ragazzino viene lasciato in una villa circondata da un bel giardino esotico, dove si è riunito un gruppo di balbuzienti di tutte le età e di diversa estrazione sociale. Tra i pazienti c’è anche una bellissima ragazza, Alessandra (Hélène Sevaux), timida, infelicemente fidanzata con un tipo sciatto e prepotente, afflitta da una balbuzie di inizio frase. Poi c’è una donna simpatica, di mezza età, che parla sveltissimo e si mangia le parole. C’è un giovane elegante, bilingue, che balbetta in italiano, lingua di suo padre, e parla speditamente inglese, lingua della madre. C’è un professore universitario che sa dire solo “No!”. Un mimo, che per lavoro si esprime a gesti, nella vita continua ad esprimersi con buffe mosse delle mani e delle braccia. Giovannone è un ragazzo grande e grosso, un agglomerato di nevrosi che non sta mai fermo, per parlare ha bisogno di trovare il ritmo giusto muovendo freneticamente i piedi, come in un perenne tip tap. Un tenore di provincia è l’unico ad essere contento di cantare. Nella clinica i pazienti si trasformano non in una persona, ma in un numero da aggiungere alla casistica di una patologia. A portare un po’ di luce e di allegria c’è Remo (Sergio Rubini), un logopedista ex balbuziente, che per la prima volta collabora con il dott. Aglieri. Infatti, oltre al corso di canto-parlare i pazienti possono frequentare la camera creativa gestita da Remo. La distanza tra Remo e il dottore è vistosa. Remo rivendica l’importanza dell’individualità di ogni paziente ed applica un suo metodo che tende a recuperare il malato attraverso il recupero della persona sul piano umano. Nella “Villa Agorà” si susseguono, tra situazioni comiche, poetiche, spiritose, patetiche e sentimentali, le lezioni del canto-parlare, che porteranno alla fatidica “prova sul campo”, che il dott. Aglieri considera la dimostrazione finale e tangibile della validità della cura. I pazienti saranno portati nella società civile, all’interno di un grande cento commerciale, e lasciati soli in mezzo agli altri: dimostreranno di aver superato il problema della comunicazione canto-parlando con la gente…

COMUNICATO STAMPA

Prodotto da Vittorio Cecchi Gori con la sceneggiatura di Vincenzo Cerami e Giovanni Albanese, il film è diretto dallo stesso Giovanni Albanese. Lo scultore Giovanni Albanese, uno degli artisti italiani più affermati, per questo suo primo film da regista ha scritto con Cerami una storia incentrata sulla balbuzie, in parte autobiografica, dedicata ad Achille (il piccolo Loris Pazienza, già visto nel ruolo di Padre Pio bambino nel film-tv, diretto da Carlo Carlei, andato in onda su Canale 5), un ragazzo che riesce a vincerla. Nel cast, oltre al piccolo Loris Pazienza, Sergio Rubini, nella parte del logopedista, figura importantissima per la guarigione di Achille, la bellissima attrice francese Hélène Sevaux e Paolo Bonacelli. Le musiche sono del premio Oscar Nicola Piovani, il direttore della fotografia è Maurizio Calvesi, il montaggio di Simona Paggi, i costumi di Liliana Sotira, la scenografia di Marco Dentici, il fonico Andrea Petrucci e l'organizzazione di Alessandro Calosci.

Inizio riprese: 11 settembre 2000
Durata delle riprese: 8 settimane Località: Foggia - Roma

Uscita nelle sale: giugno 2003

 

Cast Artistico

PERSONAGGI INTERPRETI

Remo
Alessandra
Dottor. Aglieri
Achille
Sig.na Ada
Donna Ines
Il Professore
Giovannone
Tenore De Pace
Fabio
Mimmo
Anna
Antonia la madre di Achille
Zia Teresa
Zio Ciro
Zio Vincenzo
Zia Ilaria
Zio Giuseppe
Gabriele
Gustavo

 

Sergio RUBINI
Hélène SEVAUX
Paolo BONACELLI
Loris PAZIENZA
Lucia VASINI
Patrizia LORETI
Franco BARBERO
Antonio FORNARI
Pino INGROSSO
Gualtiero SCOLA
Alessandro LA ROCCA
Rossa CAPUTO
Giusi CATALDO
Elena URSITTI
Diego VERDEGIGLIO
Michele BANDIERA
Crescenza GUARNIERI
Guglielmo FERRAIOLA
Enrico DE FINIS
Massimo MOLEA

SCHEDA TECNICA
Regia Giovanni ALBANESE
Sceneggiatura Vincenzo CERAMI
Giovanni ALBANESE
Soggetto Giovanni ALBANESE
Vincenzo CERAMI
Dino GENTILI
Filippo GENTILI
Direttore della fotografia Maurizio CALVESI
Musica Nicola PIOVANI
Montaggio Simona PAGGI
Scenografia Marco DENTICI
Costumi Liliana SOTIRA
Fonico Andrea PETRUCCI
Aiuto regista Marco LIMBERTI
Organizzatore generale Alessandro CALOSCI
Produttore Vittorio CECCHI GORI www.cecchigori.com

Gallery

A.A.A. ACHILLE

Categoria: movie
Anno di produzione: 2003
Durata: 85 min
Genere: Commedia
Data di uscita: 18 luglio 2011
Distribuzione: Cecchi Gori

loading-gif